WE INDIANS
Genere: saggio
Voto: 4 / 5
Autore: Khushwant Singh
Anno: 2016 (edizione aggiornata)
Titolo originale: We Indians
Trama
L'autore parla in prima persona della sua visione dell'India e degli indiani in modo irriverente e autoironico, ma non superficiale. Egli inizia dal concetto di chi e e soprattutto cosa sono gli indiani che fin da bambini si presentano non per nome ma identificandosi in un gruppo che sia religioso o etnico-geografico, per discutere la questione dell'indianità e indianizzazione: chi ha il diritto di definire cosa è più o meno indiano e chi è o chi non è un buon indiano?
La sua riflessione prosegue sulla questione religiosa, sull'influenza della dominazione inglese, sulla commistione di religione e morale e sulle diverse forme di hinduismo, tra cui quelle codificate nel Novecento che sono confluite in una versione universalmente accettata anche a livello internazionale.
La lettura è scorrevole ed offre una buona dose di informazioni sull'India: assolutamente consigliato (purtroppo non è disponibile la versione italiana). 
Khushwant Singh
Nasce nel 1915 nella regione del Punjab (nord del subcontinente indiano) in una famiglia di religione Sikh. Con la Partizione nel 1947 la sua famiglia si trasferisce a Delhi, dove inizia gli studi che proseguiranno a Londra. Lavora come avvocato e giornalista. E' autore di numerosi racconti, romanzi e saggi, tutti scritti in inglese. In italiano sono disponibili:
  • Storia dei Sikh - 1953
  • Quel treno per il Pakistan - 1956
  • Delhi - 1990
  • La compagnia delle donne - 1999
Uno degli scrittori indiani più famosi, nel 2014 muore all'età di 99 anni.
Sull'autore è stato scritto...
"A fearless writer... and irreverent wit... a great Indian"
Vikram Seth
[...] Hinduism is undefinable; trying to define the undefinable is both frustrating and profitless. The strength of Hinduism lies in its being able to elude labels, and meaning different things to different people, a way of living as varied as the innumerable styles of living of the people who call themselves Hindus. One may safely state that all Indians are Hindus except those who positively assert that they are not.
 
75