PK
Genere: commedia / fantascienza / satira
Voto: 4,5 / 5
Livello: medio
Regista: Rajkumar Hirani
Interpreti: Aamir Khan, Anushka Sharma, Sushant Singh Rajput
Anno: 2014
Lingua: hindi (+ bhojpuri, marwari, rajasthani)
Trama
Un extraterrestre si ritrova completamente abbandonato in un punto sperduto del Rajasthan, dove viene derubato dell'unico strumento che lo può riportare a casa: un amuleto che gli permette di comunicare con i suoi "simili". Così inizia l'avventura del protagonista, alla ricerca del suo amuleto e di un modo per tornare a casa. Dall'incontro con una prostituta in Rajasthan impara a parlare la bhojpuri, una forma di hindi tipica dell'India nord orientale e raggiunge Delhi alla ricerca del suo amuleto. Qui, su indicazione della gente, decide di rivolgersi a Bhagvan, l'unico che può risolvere la situazione e inizia ad essere indicato da tutti come PK, ovvero ubriaco, che diventa il suo nome. Con l'aiuto della giovane amica Jaggu, attraverso le sue avventure e i suoi occhi ingenui di "nuovo al mondo" fa riflettere sulle contraddizioni della vita e degli estremismi religiosi in modo divertente ma mai banale.
Intrecciata alle vicende dell'alieno c'è appunto anche la storia di Jaggu, giornalista indiana innamorata di un Pakistano ma ostacolata dalla famiglia e dalla sorte. Tanti quindi i temi importanti trattati, cosa non nuova per Aamir Khan, famoso per il suo impegno nel sociale. Nonostante questo, il film non diventa mai pesante, ma sempre divertente e originale, e anche la colonna sonora rispecchia queste intenzioni. Altro pregio della pellicola è quello di mostrarci in maniera vivida sia Delhi che i villaggi del Rajasthan. Insomma una commedia che ci fa ridere ma ci dà anche tanti spunti di riflessione, consigliatissima.